Autoproduzioni & Business
Forum Tematici Autoproduzioni & Business
  • Modifica la dimesione del testo
  • Stampa

Alcune Considerazioni di Base per la Costruzione di uno Studio Privato di Registrazione

Come farsi uno studio (seconda parte)
  • Like
  • Tweet
  • +1
  • Pin it
  • Mail

Niente funzionerà senza elettricità a meno che stiate jammando alla drummeria locale sulla spiaggia. L’impianto elettrico di uno studio viene spesso trascurato. Negli studios dovrà essere installato un circuito con interruttore separato dal resto dell’alimentazione generale usata per aria condizionata, illuminazione, e per tutte le altre necessità di base del resto dell’edificio. Hai mai collegato qualcosa e sentito un ronzio terribile provenire dagli speaker dell’amplificatore? Questo è generalmente dovuto a cattivi cavi elettrici, che non isolano il rumore della messa a terra. Questa è la prima cosa da ascoltare quando si intende organizzare una session in studio. Una semplice soluzione al problema sarebbe quella di utilizzare un semplice ‘ground lifter’ sull’attrezzatura, oppure togliere la terra attraverso una D.I. Scenderemo più tardi nei dettagli.

Energia elettrica

Niente funzionerà senza elettricità a meno che stiate jammando alla drummeria locale sulla spiaggia. L’impianto elettrico di uno studio viene spesso trascurato. Negli studios dovrà essere installato un circuito con interruttore separato dal resto dell’alimentazione generale usata per aria condizionata, illuminazione, e per tutte le altre necessità di base del resto dell’edificio. Hai mai collegato qualcosa e sentito un ronzio terribile provenire dagli speaker dell’amplificatore? Questo è generalmente dovuto a cattivi cavi elettrici, che non isolano il rumore della messa a terra. Questa è la prima cosa da ascoltare quando si intende organizzare una session in studio. Una semplice soluzione al problema sarebbe quella di utilizzare un semplice ‘ground lifter’ sull’attrezzatura, oppure togliere la terra attraverso una D.I. Scenderemo più tardi nei dettagli.

Circuiti elettrici isolati per ogni camera singola sono un ‘must’ in uno studio di registrazione. E’ necessario anche individuare la quantità adeguata di amper. Un amperaggio non sufficiente farà saltare i vostri interruttori. Consultati con un elettricista che  abbia esperienza con le impostazioni di uno studio per assicurarti che cablaggio e tensione siano regolati in maniera adeguata.

Ouverture

Un’alimentazione non regolare (UPS) dovrebbe essere utilizzata solo in caso un’interruzione dell’alimentazione. Questo per assicurarsi che prezioso materiale non esploda o provochi un incendio. In caso di interruzione l’UPS fornirà abbastanza tempo per  il backup dei file più importanti del computer e per disattivare in modo sicuro il tuo equipaggiamento. Alcuni studi potranno avere sistemi e generatori completi in loco per mantenere lo studio attivo per tutto il resto della sessione.

Anche un cattivo impianto di illuminazione può causare problemi di ronzio a terra, soprattutto le lampadine fluorescenti. Evitatene l’utilizzo in qualsiasi studio. Anche gli interruttori possono causare molti problemi. La media degli interruttori domestici applicherà certamente come una sordina sul suono pulito. Assicurarsi che siano installati interrutori professionali per evitare il ronzio della terra. Ascoltate sempre attentamente i segnali quando vengono registrati prima di decidere per un take finale. Ci sono innumerevoli casi in cui l’ingegnere sonoro scopre rumori registrati e dovuti a problemi elettrici durante la fase di mixaggi.

Plan de groupe A simple ground lifter can help to eliminate buzzes in the studio.

Se avete intenzione di fare sul serio con lo studio, vorrei suggerire un’alimentazione bilanciata o un pannello separato con condizionamento della rete neutrale. La differenza tra la tensione potenziale neutrale e la terra certamente modificaranno il vostro modo di vedere la cosa. Ad esempio, uno scarto di 0,5 volt tra neutrale e terra è  il massimo consentito dal codice UL che consentirà ai compenenti elettronici di operere in maniera ottimale senza problemi di induzione potenziale. Vorrei suggerire anche di procurarsi un meter per misurare questo valore. Registrare queste informazioni e mantenere un buon rapporto con la società elettrica locale, inoltre,  non sarebbe male affatto.

Plan de groupe Machine Room [2]

Aria condizionata/RVAC

 

Questa è un’altra sezione molto importante che spesso non viene considerata. Gli attrezzi dello stud o producono molto calore. La mancanza di un adeguato raffreddamento potrebbe comportare la rottura delle attrezzature o comunque parecchi danni. Perdere le apparecchiature non è  assolutamenta divertente e può diventare ujn affare molto costoso. Alcuni studi di registrazione hanno una stanza separata e altamente climatizzata per computer, tape machines e amplificatori. In questo modo si taglia anche tutto il rumore e il disturbo che potrebbe provenire da ventole e ventilatori se fossero nella sala di controllo. Anche troppa aria condizionata, comunque,  potrebbe comportare un accumulo di umidità o condensa che potrebbero anche danneggiare gli attrezzi. Naturalmente l’acqua è periclosa per gli attrezzi elettronici. Il sistema di ritorno dell’aria viene utilizzato per pompare calore fuori delle aree più delicate e fornisce anche un apporto di aria per le unità AC. Di solito vengono inseriti in settori chiave dove esiste un accumulo di calore dagli attrezzi, ad esempio vicino alla console o nella sala macchine.

Camere separate: Control Room La maggior parte degli studi hanno diverse zone isolate per la registrazione, il mixaggio e la produzione. L’insonorizzazione è il problema principale quando si creano più stanze in uno studio. A tal fine, il principale obiettivo è isolare ermeticamente le camere. Se non si hano perdite di aria dentro o fuori una stanza, ci saranno meno possibilità di fuoriuscita del suono .

La maggior parte degli studi professionali hanno porte doppie che creano un blocco acustico in grado di evitare perdite sonore. Hanno anche  doppie pareti molto spesse con sacche d’aria interne in grado di intercettare il suono indesiderato. I pavimenti in studio dovrebbero anche essere “floated” cioè sollevati da terra per evitare ulteriori vibrazioni extra e perdite sonore.

Ouverture

La prima stanza su cui concentrarsi dovrebbe essere la sala di controllo, stanza in cui sono contenuti gli attrezzi di console e di mixaggio outboard. L’acustica in questa stanza dovrebbe essere progettata per ascoltare il suono esatto che viene registrato o mixato. Il suono della camera dovrebbe essere il più naturale possibile per un accurata traduzione e rappresentazione del suono degli speakers.

La prima regola per il trattamento acustico di una stanza è che dovrebbe esserci pareti parallele se si dovessero battere le mani in una stanza con pareti parallele e rigide sentireste il suono che rimbalza avanti e indietro, questo fenomeno è noto come un flutter echo. La cattura dei bassi indesiderati è importante perchè una camera suoni alla grande. Il venticinque per cento di una camera di mixaggio adeguata dovrebbe essere destinata alle ‘bass trap’. L’acustica comunque sarà discussa adeguatamente e in dettaglio più avanti.

Ouverture

 

 


Separate Rooms: Live Room


Il punto seguente, ma di eguale importanza,  dovrebbe essere la ‘Live Room’ dove la musica è registrata. Quesa è la stanza dove i musicisti e i vocalist registrano le loro performance al microfono. Le ‘live room’ dovrebbero avere più versatilità per essere capaci di adattarsi a differenti situazioni di registrazione. I pavimenti in legno sono l’ideale per la riflessione del suono, restituendo un suono più luminoso. Se si vuole un suono più caldo, si può semplicemente mettere un tappeto sul pavimento. Molte ‘live room’ hanno anche un  raccordo di vetro per vedere tra le camere e permettendo la comunicazione. Molti studios utilizzano tende per controllare la riflessione sonora provocata dal vetro o dalle pareti rigide. Ancora, serviranno muri non paralleli per evitare il fenomeno del ‘flutter echo’.

Alcuni studi contengono anche una cabina vocale all’interno della ‘Live room’. Si tratterebbe di una stanza piccola progettata per voce. La cabina può essere utilizzata anche per gli amplificatori della chitarra e altri strumenti. Non esistono regole su come possa essere utilizzata: il suo scopo principale è quello di ottenere un ulteriore isolamento durante il processo di registrazione. Porte di vetro o finestre vengono utilizzate per la visibilità degli artisti e di coloro che lavorano nella sala di controllo.

Molti studi più elaborati possano avere diverse camere di controllo e suite per la produzione. Saloni e bagni adeguati, sono strutture  importanti per mantenere il flusso di creatività. Areea pranzo e cucina sarebbero da tenere in considerazione, qualora i bilanci lo consentissero: vengono spese molte ore in studio quando si elaborano e realizzano i propri progetti. È importante avere tutte le comodità di casa per far sentire tutti a proprio agio.

Un paio di uffici sono necessari anche per avere un accesso indipendente a internet  e per curare i propri affari senza distrazioni.

tutti gli studi sono progettati in maniera differente. Qualsiasi cosa immaginata può essere creata. Non ci sono regole, solo linee guida.

Location

Prenotare lo studio giusto

Qualora uno decida di registrare, la location è importante quanto quello che si sta per registrare. Se una band si trova a Los Angeles, perché, semplicemente, non trovare uno studio in L.A.? Esistono numerosi studi in L.A. con attrezzature sorprendenti e camere favolose, anche se le distrazioni dovute al fatto di essere nella propria città natale potrebbero sottrarre la concentrazione dovuta al processo di registrazione. Molti artisti vorranno prenotare studios in posizioni remote per evitare interferenze esterne e distrazioni. La privacy è molto importante nell’intero processo di registrazione; che gli amici vengono a bere birra durante le session potrebbero ostacolare il processo creativo.

Quando i bilanci non consentono di trovare uno studio logisticamente adatto a tutti coloro che sono coinvolti nel progetto bisogna mettersi in gioco. La cosa più importante è che tutti si sentano confortevole nella location prescelta. Se devi mettere in valigia la tua  9 mm  per arrivare dalla vettura allo studio si può desiderare di riconsiderare location. Quando prenoti assicurati che lo studio sia in una buona posizione, a un buon prezzo e che l’attrezzatura e le camere siano buone.

Decidere dove costruire uno studio

Plan de groupe Urbano…

Nel business, la location è tutto. Chiedetevi se la zona potrà fornirvi i clienti necessari a coprire tutte le spese che  il tuo studio comporterà: questa dovrà essere la chiave per la sua decisione. Solo qualche industria professionale molto talentuosa può permettersi il lusso di attirare clienti fuori dalle loro zone in una posizione remota.

L’ acquisto di un edificio per uno studio è un’ottima scelta per molte ragioni. Ottenendo la proprietà diventarai il padrone di casa. Pertanto sarà possibile tirare su lo studio come piacerà a te. Può essere un grande investimento come alternativa a un affitto. Molti artisti in questi giorni sono  in cerca di case per rinnovare  gli studi di registrazione. Molte ville sono state convertite in studi di registrazione. Questa scelta, per ovvie ragioni, porta il comfort domestico direttamente nel processo di registrazione

Plan de groupeo rurale?

Comunque la creazione di uno studio privato, un home studio o di una qualsiasi struttura commerciale, pretende sempre un minimo di inchiesta e di investigazione prima che ci si getti nella spese. Vanno considerati parcheggi, come pure tutte le comodità che il vostro cliente potrà desiderare. Se i vostri clienti sono degli artisti country probabilmente non desidereranno registrare a South Beach, e se i vostri clienti cercano un posto per sentirsi  ‘nell’azione, lì dove le cose accadono’, probabilmente una baita in montagna non sarà l’ideale per organizzare la registrazione.

Presto su Audiofanzine la terza parte di questo articolo: si parlerà di acustica, di studi commerciali, di home studios e di molto altro.


Rispondi per primo a questo articolo
  • Like
  • Tweet
  • +1
  • Pin it
  • Mail