Autoproduzioni & Business
Forum Tematici Autoproduzioni & Business
  • Modifica la dimesione del testo
  • Stampa

Alcune Considerazioni di Base per la Costruzione di uno Studio di Registrazione Privato

Come Farsi lo Studio (Terza Parte)
  • Like
  • Tweet
  • +1
  • Pin it
  • Mail

Il suono è un’onda, molto simile alle increspature dell’acqua quando ci butti un sasso. Più ampia l’onda, più basso il tono. Più larga è l’onda, più basso è il timbro. I toni bassi, le basse frequenze, sono onde ampie e lunghe, mentre i toni alti, noti come frequenze “treble ” viaggiano nell’aria come onde più strette e più breve. Le frequenze sentite dall’orecchio umano vanno da 20 Hz a 20 K. Come indicazione, l’intervallo di un pianoforte, probabilmente lo strumento con la più ampia gamma acustica, va dai 39 Hz della nota più bassa ai 3 kHz della nota più alta.

Acustica

Il suono è un’onda, molto simile alle increspature dell’acqua quando ci butti un sasso. Più ampia l’onda, più basso il tono. Più larga è l’onda, più basso è il timbro. I toni bassi, le basse frequenze, sono onde ampie e lunghe,  mentre i toni  alti, noti come frequenze “treble ” viaggiano nell’aria come onde più strette e più breve. Le frequenze sentite dall’orecchio umano vanno da 20 Hz a 20 K. Indicativamente, l’intervallo di un pianoforte, probabilmente lo strumento con la più ampia gamma acustica, va dai 39 Hz della nota più bassa ai 3 kHz della nota più alta.

Plan de groupe Un tipico EQ plugin grafico 1/3 ottava con frequenze che vanno da 20 HZ a 20 K

L’intensità del suono viene misurato in decibel (unità di misura dB). Un concerto medio ha un’intensità di circa 95-100 dB mentre un concerto Heavy-rock o un concerto hip hop potrebbe raggiungere livelli di 130dB, sopra la soglia del dolore; non ci si dimentichi di indossare i tappi per le  orecche a livelli sonori così estremi. E’ abbastanza interessante il fatto che le balene possano produrre intenità sonore fino a 180dB. Va ricordato che prendersi cura delle orecchie è la cosa più importante per prevenire danni . Dunque non vi ci mettete  con le balene e proteggete le vostre orecchie quando esposte a volumi estremi.


Plan de groupePiano frequenze

Acustica parte II

Assorbimento

L’assorbimento è il momento in cui un’onda sonora si scontra e si immerge in un materiale particolare. Questo fenomeno viene misurato da coefficienti specifici. Maggiore sarà il coefficiente dell’assorbimento acustico, più suoni verrano eliminati dagli angoli tormentati della vostra camera. Sezioni diversa della camera potrebbero richiedere diversi coefficienti. Ricorda che ogni studio all’inizio non è altro che un guscio vuoto. Superfici rigidie e pareti hanno bisogno di un trattamento per rendere una stanza grande in grado di suonare. Ad esempio, negli studi sono comunemente usate tende da teatro da 20 gauge. La loro consistenza di velluto spessa, è eccellente per assorbire frequenze high-end. I materiali più sottili assorbono le frequenze più alte.

I materiali più spessi assorbono le frequenze inferiori. Per questo motivo le spesse “trappole  per basso” sono molto grandi e contengono porti o fori per intercettare le frequenze low-end. Più grande la porta, più grande la portata dell’ assorbimento di frequenza del basso.

Esistono infinite quantità di prodotti adatti al trattamento acustico  che provengono dal mondo dell’industria. Anche i pannelli murari sono comunemente utilizzati per assorbire il suono. Sono costituiti da un prodotto in fibra di vetro, avvolto in un materiale di stoffa. Le varie dimensioni e spessore vengono adattati a secondo delle frequenze problematiche. Ancora una volta il materiale sottile assorbe frequenze high end e il materiali più spesso assorbe materiale low end.

Ouverture

Riflessione

La riflessione è il fenomeno opposto a quello dell’assorbimento. Pensate il suono come un’onda che colpisce una specchio e rimbalza indietro. Questo fenomeno può diventare vantaggioso se si intende ottenere un timbro generale più luminoso. Se una stanza ha troppo assorbimento, avrà un suono “morto”, posizionare superfici rigide, come pannelli di legno, in posizioni strategiche potrà dare un suono più vivo alla stanza.

Alcuni studi hanno dei pannelli sporgenti reversibili, che possano essere capovolti  tra riflessione e assorbimento, per modificare il suono della stanza. Per le voci può essere necessaria una camera con maggiore assorbimento, per una batteria, invece, una camera che suoni pià “viva”. John Bonham, dei Led Zeppelin aveva un suono enormemente riflessivo. Questo suono è poi diventato il riferimento di un grande Rock drum sound.

Prince è sottovalutato come batterista. Ha un bellissimo suono di batteria sul suo primo disco, opera nel quale ha suonato tutti gli strumenti, batteria compresa.
Si otterà l’effetto opposto a quelo luminoso e riflessivo,
utilizzando pannelli di assorbimento in una piccola stanza stretta creando una sonorità ‘in your face’ tipica delle batterie pop.

Queste sono non regole, solo orientamenti. Utilizzare le proprie orecchie è sempre la chiave per ottenere il suono migliore.

Acustica parte III

Design

Ouverture

La progettazione di uno studio è, di certo, un’impresa da intraprendere in maniera professionale. Ogni stanza deve essere completamente separata e isolata dall’altra. Il metodo più comune è effettivamente quello di costruire una stanza all’interno di una stanza. Le pareti interne non devono toccare i muri esterni, in questo modo  si crea una sacca d’aria che intercetta il suono. Ogni muro può essere molto spesso e più strati di vetro spesso possono dividere le camere.

I pavimenti in ogni stanza sono sollevati dal suolo con compartimentazione, per creare uno spazio di aria che abbassi l’intensità delle vibrazioni e contribuirsca a intercettare le perdite indesiderate. Tutti i piani hanno caratteristiche diverse in modo che le onde rimbalzino fuori dalle loro superfici. Mentre i  pavimenti in legno hanno un timbro caldo, cemento e piastrelle restituiscono un timbro più luminoso. Questo naturalmente è vero anche per le pareti.

È necessario un pannello per eseguire il cablaggio tra camere, affinché ogni stanza possa essere interconnessa reciprocamente per quanto riguarda segnali di linea, sgnali microfonici, cuffie e sistemi di comunicazione. Tamite Cavi “Custom made” o tubi PVC i cavi del microfono dovranno essere mandati al pannello di controllo. Dalla sala di controllo, poi le linee delle cuffie dovrebbero essere tirate attraverso le pareti per la comunicazione tra tutte le camere.

Strumenti e materiali

Per le pareti sarà necessario utilizzare il carton gesso. Gli strati esistenti, più il nuovo aggiunto, aumenteranno lo spessore delle pareti dello studio. Utilizzando diversi spessori di carton gesso, impilando e affiancandolo, a seconda delle connessioni si contribuirà a minimizzare la trasmissione audio tra le camere. Molte  viti e un buon trapano elettrico saranno sicuramente molto utili se si vuole creare uno studio.

Il tessuto viene utilizzato per costruire pannelli murari e “nuvole” dal soffitto che controllano l’assorbimento nello studio. Vi sono tessuti specifici che sono progettati per assorbimento di frequenze diverse. Ogni spessore e trama ha diverse classificazioni e coefficienti per più bande di frequenza.

AC Duct Board e altri prodotti in fibra di vetro sono confezionati con tessuto e colla spray per creare pannelli assorbenti, vengono chiamati “Wall boxes” e ” Trap bass”. Inoltre materiale “Thermal Fiber” o comunque materiale isolante in fibra di vetro viene inserito o tra due  pareti e sul soffitto per creare un ulteriore spessore fornendo una trama alternativa in fibra di vetro, superba per catturare il suono.

Anche la sabbia è una scelta alternativa eccellente per riempire le pareti e impedire la conduzione audio. Di legno sarà lo scheletro che tiene finestre e pannelli. Grandi trappole per basso con grandi porte potrebbe essere di legno o in fibra di vetro.
I pannelli RPG sono una serie di lamelle in legno rigorosamente progettate per assorbire e rifrangere, o assorbire e disperdere il suono all’interno di una stanza. Il legno può anche essere utilizzato anche per creare rack personalizzati per contenere l’attrezzatura outboard, console e patchbay. Studi personalizzati possono essere progettati per qualsiasi situazione e con qualsiasi stile.

Porte, muri e finestre

Porte e pareti sono tra gli elementi più importanti, come un ferita da cui potrebbe “sanguinare” l’acustica della stanza. Un o spiraglio d’aria di 1/4 pollice alla soglia inferiore di una porta disperderà il 30 % del suono. La creazione di camere ermetiche è il primo passo verso una tenuta audio ottimale. Le transizioni e le connessioni tra le camere sono i punti in cui si ha più possibilità di perdita sonora. Tutti gli angoli, gli spazi, i serramenti e le cornici di porte e finestre devono essere sigillate con materiale in silicio o tramite coibentazione. Si tenga presente che se l’aria può sfuggire attraverso qualsiasi passaggio anche il suono di sicuro passerà.

Studi privati e commerciali

Lo studio commerciale esiste per fornire un servizio finale a chi ha intenzione di pagare. Devono essere in grado di soddisfare l’artista esigente. L’obiettivo finale di uno studio commerciale è il profitto. Gli artisti più famosi hanno bilanci maggiori a disposizione per ottenere il proprio suono finale. Molti artisti preferiscono registrare senza troppe noie, con le comodità che uno studio di qualità elavata può fornire. Il materiale di studio deve essere sempre il più recente e tecnologicamente avanzato, per tenersi al passo nella corsa infinita al dispositivo e all’attrezzatura più innovativa. Gli studi commerciali acquistano costantemente nuova attrezzatura. Gli studi d’élite avranno anche unbel equipaggiamento  di attrezzatura vintage. L’attrezzatura vintage ha alcune caratteristiche di resa sonora peculiari di  una tecnologià più “anziana”. Questo può essere molto importante nella ricerca di sonorità alternative.

Plan de groupeCherokee Studios [1]

Village Studios

Il personale di studio è disponibile per qualsiasi cosa possa essere necessaria all’artista, all’ingegnere o al produttore. Un servizio completo high-end può ospitare situazioni molto diverse tra loro, da una semplice rock band a un’enorme sezione orchestrale. La maggior parte degli studi hanno stagisti o galoppini che devono provvedere a qualsiasi cosa venga chiesta. In qualsiasi studio profesionale i tirocinanti possano essere  visti lavare auto o tagliare erba.

Plan de groupeVillaggio Studios [2]

L’Assistente all’ingegnere, spesso avrà una immensa conoscenza dell’acutica della stanza e potrà rapidamente dare risposta a qualsiasi richiesta dell’ingegnere. In questo modo può diventare la ‘mano destra’ degli ingegneri per la connessione di tutti i microfoni e  per il patching degli attrezzi outboard. Il lavoro dell’assistente ingegnere è fondamentalmente illimitato. Saper fare una buona tazza di caffè può essere sicuramente molto utile. Le session possono letteralmente andare avanti per giorni, e gli studi commerciali sono abituati al fare le ore piccole. I tecnici sono immediatamente sull’attenti per ogni problema improvviso. L’attrezzatura è molto sensibile e delicata, pertanto si rompe spesso. Se l’assistente non saprà risolvere un problema legato all’attrezzatura dovrà intervenire il tecnico.

Gli studi di livello avranno anche  un certo rispetto per la sicurezza e per la privacy. Entrare in alcuni studi senza un appuntamento può essere difficile tanto quanto entrare a Fort Knox. Tutti i grandi studi avranno anche contatti affidabili per musicisti, tecnici e produttori, se non sono già nel personale.

Che cosa cercare

Bisogna prima di tutto cercare  studi che hanno registrato dischi  simili a ciò che si vuole registrare. Semplicemente prendere in mano il disco che si desidera  prendere come riferimento e vedere dove sono stati  registrati e da chi. Ci si potrebbe sorprendere nel vedere quanto i nomi siano ricorrenti. Bisognerebbe poi controllare la discografia dello studio per vedere quanta esperienza ha lo studio. Se si sono registrati molti bei pezzi, è il segno che lo studio sta facendo bene il suo lavoro. Questo è uno dei migliori curriculum che può avere uno studio.
L’ingegnere dovrebbe essere consultato per assicurarsi che l’attrezzatura a disposizone sia quella realmente occorrente; che software e microfoni siano quelli necessari allo stile di musica che sta per essere registrata.
Controllare che tutto sia tenuto pulito e in ordine è anche un modo per capire quanto lo studio tenga alla tua musica. Dare uno sguardo rapido alla console, ai LED, e alle luci delle attrezzature  è un modo per  assicurarsi che tutto sia in condizione ottmale, è un primo e semplice modo per capire se l’attrezzatura è mantenuta correttamente. Cambiare le lampadine è un compito semplice. Se qualcuno se ne è preso cura, è un segno che lo studio è al top della manutenzione. L’atmosfera di cortesia e professionalità è la cosa di maggior importanza per l’intero processo. Nessuno vuole avere a che fare con capricci o pose durante il lavoro di registrazione. Bisogna ricordare che l’artista è la sola stella che brilla in studio, per tutto il tempo che ha prenotato almeno. Cercare uno studio che abbia le vibrazioni e l’atmosfera che rendeaconfortevole  il lavoro all’artista e al produttore è una questione chiave nel determinare dove localizzare anche il processo di registrazione. Molte ore dovranno essere spese per curare l’atmosfera generale di uno studio.

Lo studio privato

Molti produttori e ingegneri hanno un proprio studio privato. Oggi è consolidata l’abitudine che il bilancio attivo di registrazione venga speso nell”acquisto di attrezzi per uno studio. Il vantaggio è che l’attrezzatura poi appartiene allo studio. Un altro vantaggio importante è che non si dovranno ri-affittare studi a ore. Le tariffe medie di uno studio di registrazione vanno da 50 a 250 dollari all’ora.

La privacy, noltre, è sicuramente più tutelata in uno studio privato.

Privacy

È molto importante saper mantenere tutte le session in una specie  di  “valle del segreto”. Nuova musica viene costantemente registrata in ogni studio. È imperativo che questa musica non entri nelle mani sbagliate. Se esce prima che passi per radio o sui media,  è possibile perdere lo slancio per un singolo di successo. Peggio ancora, esiste la possibilità che  un altro artista rubi la canzone.

 

 

[1]www.cherokeestudios.com/

[2]www.villagestudios.com/


Rispondi per primo a questo articolo
  • Like
  • Tweet
  • +1
  • Pin it
  • Mail