Apple iPhone 3G
+
Apple iPhone 3G

iPhone 3G, Touch tablet from Apple in the iPhone series.

  • Modifica la dimesione del testo
  • Stampa

Se l'iPhone diventasse il migliore registratore portatile sul mercato?

Il Mio iPhone è un Registratore 8-Tracce

  • Like
  • Tweet
  • +1
  • Pin it
  • Mail

L'iPhone è una gran bel piccolo dispositivo. Può fare qualsiasi cosa! Che tempo farà a Chicago domani mattina? A che ora va in onda il tuo programma preferito? Un videogame da bombarolo? No problem! L'ultima hit di Lady Gaga? eccola! Mancano giusto alcuni strumenti utili a i musicisti... o almeno così credevi. in realtà, sono già qui, pronti per l'uso.

Il primo vantaggio dell'iPhone, è che passa la maggior parte del tempo nelle tue tasche, quindi è raggiungibile a ogni istante. La sua prerogativa principale è quella di avere un Sistema Operativo aperto ad applicazioni "third-party". In altre parole puoi scaricare programmi molto leggeri - sviluppati da programmatori indipendenti o da grosse compagnie - per un sacco di applicazioni possibili.  E' abbastanza impressionante vedere quanto questi sviluppatori hanno da offrire: uno scaccia zanzare a ultrasuoni, una livella a bolla, un software che riesce a riconoscere una canzone dall'onda sonora ... Insomma, per ogni gusto e necessità, ci sono circa 80.000 applicazioni gratuite o a pagamento registrate su http://appshopper.com/.

Per gli "aficionados" dell'audio come noi, la situazione è diventata abbastanza interessante: la categoria musica, sfodera più di 2,400 applicazioni (in verità, ordinate molto malamente: quando potremo sperare di avere gli strumenti per poter filtrare queste applicazioni o ordinarle in sottocategorie nell'AppStore). Troverai il meglio e il peggio un sacco di applicazioni che non fanno altro che promuovere artisti o stazioni radio, e anche qualche applicazione che mostra animazioni, testi di canzoni o info sull'artista quando viene caricato un MP3. La più interessante di tutti è Shazam, un'applicazione che riconosce la musica partendo da un sample audio (comodo per ottenere il titolo di una canzone che sta suonando alla radio). Tanto per restare alle applicazioni create per comporre musica, ci sono sei categorie principali:

  • Virtual instruments (chitarra, piano, batterie, synth, etc.)
  • Strumenti (meters, accordatori, dizionario degli accordi)
  • Superficie di controllo MIDI
  • Sequencers (la maggior parte di essi includono un generatore di suono o un sample player)
  • Applicazioni DJ (che ti permettono di mixare e sincronizzare due tracce)
  • Registratori audio digitali

In verità, potremmo scrivere un articolo intero su ognuna di queste categorie, ma, visto che si suppone che Audiofanzine sia più interessata a tutto ciò che concerne più strettamente il campo dell'"Audio", ci concentreremo sugli strumenti di registrazione, specialmente considerando il fatto che l'iPhone potrebbe diventare un must per le registrazioni in presa diretta.

 

Dal dittafono al registratore multitraccia

Apple iPhone
Al di là del software Dictaphone, fornito con il tuo iPhone, troverai molte applicazioni tipo "blocco-note" nell'appstore che ti permetteranno di registrare velocemente tracce audio, commenti e schedare i file. Il miglior strumento di questa categoria è l'iProRecorder, sviluppato da Bias (già famoso per Peak, un editor per Mac). Con la sua favolosa interfaccia grafica, l'applicazione è semplice e ben pensata: la registrazione può essere iniziata e stoppata con estrema facilità, ha tre differenti livelli di qualità (16 bit WAV, a 11, 22 o 44.1 kHz). I grandi misuratori VU danno un controllo visuale del segnale ed è possibile anche settare il conto alla rovescia o la durata della registrazione. Dopo aver registrato puoi suonare il file a differenti velocità (normale, 1,5x o 0.5x), alzare il volume e navigare facilmente tra le tue tracce utilizzando una specie di jog weel visuale. Aggiungici la possibilità di taggare, commentare e illustrare tutti i tuoi file prima di spedirli via mail, o di trasferirli direttamente su Peak, e non ci metterai troppo a renderti conto quanto interessante può diventare questo strumento, sia per giornalisti che per musicisti, tutto per soli $2.99.

 

http://www.iprorecorder.com/

Una traccia è abbastanza per un'intervista, o per un musicista che vuole registrare un riff o una melodia. Ma se hai intenzione di fare dei piccoli demo, ti servirà uno strumento più completo: e questo è il posto  in cui il piccolo gadget Apple può ritagliarsi il suo spazio nel mare magnum dei leader del mercato Audio. Ci sono diverse applicazioni multitraccia: oltre al 4 Tracce classico di http://www.littlecodeshop.com, allo StudioApp di http://www.krasidy.com, e al GigBaby di http://www.iometics.net, tutte quante in fondo abbastanza ok, ci sono altre due applicazioni che hanno catturato la nostra attenzione: l'ergonomico FourTracks della Sonoma Wire Works, e il completo RecTools08Pro.

 

FourTracks: dammi ... il quattro!

Apple iPhone
Partiamo con questo multitraccia di Sonoma Wire Works. Il software è diretto e semplice: ha quattro tracce, ognuna con un volume fader e un pan control. Carica la traccia che devi registrare (una traccia alla volta: potrai registrare solo segnali mono), parti con la registrazione e... tutto qui!  Se il segnale va in clip, allora un piccolo LED rosso sopra la traccia si illumina. Una jog wheel ti permette di muoverti avanti e indietro per il materiale registrato.

Gli strumenti Song forniscono una funzione metronomo davvero esauriente: BPM, 3/4, 4/4 e 6/8 in stili differenti (JM Rock, Pop, Hi-Hat, etc.). E, oltre a questo una funzione tap-tempo.
Puoi anche duplicare la canzone in modo da ottenere diverse versioni corrispondenti a ogni step della composizione. In più c'è la funzione che ti permette di ottenere il bounce di due tracce, come si faceva sui vecchi quattro-tracce analogici!

Infine, potrai salvare, caricare e rinominare il tuo progetto, o trasferirlo sul tuo computer via WiFi (e sul tuo browser abituale), finendo con quattro tracce separate. Davvero comodo per aggiungere il tocco finale dal tuo sequencer preferito!

Apple iPhone
In pratica FourTracks è davvero pratico e facile da imparare. Anche se non fornisce funzioni di editing, è un grande Notepad musicale. Puoi registrare segnali a 44.1 kHz/16 bit  e offrire un compressor/limiter sull'ouput, il tutto a $9.99, è un affare!

 

Lo terremo d'occhio, specialmente ora che Sonoma ha appena lanciato InstantDrummer, un'applicazione che permette di creare complete e realistiche tracce di batteria pop/rock, basate su audio drum loops reali, con EQ, compressore integrato e tre livelli di ambiance per ogni loop. Sarà certemente interessante, dato che potrà essere utilizzato con FourTracks nel prossimo aggiornamento.Inoltre, Sonoma creerà di sicuro bank addizionali sonori aggiuntivi per tutti gli altri stili ...

Per convicerti guarda questi video  (1 e 2) di una band che sta registrando un  demo con il Software Sonoma.

Sorprendente vero? Ma non hai ancora visto niente: con RecTools08Pro non sarai solo in grado di registrare suoni, ma anche di editarli e mixarli.

 

RecTools08pro: dammi ... l'otto!

Apple iPhone
RecTools08pro é un registratore otto-tracce che ti offre proprio tutto quello che desideri: track editing, EQ, audio pool... In breve, è la migliore cosa disponibile per l'iPhone. Coinciamo a creare un progetto, che potrai chiaramente salvare, modificare, rinominare, caricare, etc. Per esportarlo avrai bisogno di un browser e di una connessione WiFi, proprio come con FourTrack. L'Audiopool fornito ti permette di importare, salvare e trasferire al tuo computer qualsiasi audio file precedentemente registrato. Questa funzione avanzata è comodissima e semplicemente sorprendente per un iPhone.

 

Rispetto al FourTracks, la principale differenza consiste nel numero di tracce e nelle funzioni di Editing. E' infatti possibile copiare, incollare, duplicare, accorciare l'inizio o la fine delle tracce e splittare diversi oggetti audio. C'è anche una funzione redo/undo! tutto l'editing potrà essere fatto con o senza griglia (da 1/1 a 1/32 come nei "big" sequencer), e sono incluse tutte le altre funzioni standard: metronomo, mixer con volume, pan, mute, solo ... E, ciliegina sulla torta, ogni traccia ha un EQ parametrico 3-band.

 

Apple iPhone

Per $9.99 (ci sono anche versioni da una o due tracce, disponibili per meno), ne vale davvero la pena. Soprattutto considerando le voci che stanno girando a proposito dell'integrazione degli effetti e dei Virtual Instruments in un futuro aggiornamento. Ma, anche senza tutto questo, l'ergonomia di questo registratore, non ha paragone con tutti gli altri registratori portatili. Confrontato con lo schermo dell'iPhone, lo schermo dell'H4 a LCD, o quello del Micro BR Korg, sembrano del tutto obsoleti. Certo, l'ergonomia è una cosa, la qualità della registrazione un'altra, e questo è il punto in cui i portatili dedicati  guadagnano un margine di vantaggio sull'iPhone.

Concepito come un telefono, la qualità del microfono iPhone e davvero inferiore rispetto a quella di una qualsiasi coppia di microfoni a condensatore. In più, la connettività dell'iPhone è limitata a un connettore singolo four-pin 1/8", che gestisce sia l'input mono delle cuffie, che quello stereo del microfono, contemporaneamente. Non possono competere con i connettori da 1/4" o XLR, o i microfoni condensatore della maggior parte dei poratili dedicati. Ameno che non si prenda in considerazione ...

iMics

Ci sono già un paio di prodotti che cercano di compensare questa debolezza: alcuni di essi sono solo disponibili in Giappone, come il Logitec LIC-iREC03P o il TuneWear SSR, ma altri modelli sono disponibili worldwide. Gli ultimi sono stati messi in vendita da due produttori pro audio: Blue Microphone e Alesis.

 

Che c'è  Mikey?

Apple iPhone
Partiamo dal Mikey, una specie di protuberanza microfonica che attacchi direttamente nel tuo iPod o nell'iPhone tramite Jack. A parte il fatto che aumenta la qualità della registrazione, ti dà anche la possibilità di fare registrazioni stereo, grazie al suo cndensatore diaframma stereo, in caso il software lo permetta (RecTools08Pro sì, ma FourTracks no!). Puoi piazzare il Mikey in cinque differenti posizioni per coprire quasi tutti gli angoli  (180°), e ha tre livelli di sensibilità disponibili (tramite un gain selector) per adattare il livello dell'input alla potenza acustica della sorgente: dal grind di un concerto heavy metal fino alle lezione del Professor Rossi.

 

Il Mikey ha anche uno speaker integrato, ma inutile: suona anche peggio dello speaker integrato dell'iPhone1 non pensavamo fosse possibile, ma Mickey ce l'ha fatta. Giù il cappello! DA notare anche ilf atto che Mickey è alimentato direttamente dall'iPhone, così non necessita una batteria separata; più uno per la semplicità, meno uno per l'ergonomia. Il produttore dichiara che il microfono non lavora solo con l'iPhone 3G e 3GS, ma anche cn l'iPod Touch 2G, Nano 2G, 3G e 4G, iPod Classic e iPod 5G. Se la lista è molto accurata, certo, dobbiamo menzionare il messaggio di errore che si ottiene quando tenti di connetterlo a un iPhone (anche se in fondo tutto funziona più che bene dopo quel messaggio), e che il Mickey non è compatibile con la prima generazione di iPod Touch.

Per farla breve: ecco una coppia di sample ottenuti con una chitarra acustica, con il microfono interno del'iPhone e con il Mickey.

Acoustic guitar, Acoustic guitar

Come avrai sicuramente notato, Il Mickey ti permette di ottenere un suono decente, ma che comunque non riessce acompetere on i portatili più costosi. a dispetto di questa osservazioni, il miglioramento, rispetto al microfonop integratod el'iPhone - che dopo tutto è soltanto un teleofno- è enorme. L'unico difetto è quello di essere un po' ingombrante e forse anche un po' costoso.

D'altra parte, in quanto a misure e prezzo, alesis, sorpassa l'esempio precedente con il suo ProTrack che serve come dock per iPod e iPhone: paragonato agli altri competitor sembra avere solo vantaggi: ha una copia di condensatori montati in una configurazione X/Y, due 1/4"-XLR combo con controlli di gain indipendenti, e un connettore 1/8" per cuffie. Include anche un mic pad, un filtro low cut, e un limiter, ed è alimentato da quattro batterie AAA (per cinque ore di autonomia), oppure può essere alimentato tramite phantom power.

 

Ne vale la pena?
Apple iPhone
Se combini il RecTools08pro e un Alesis ProTrack, l'iPhone potrebbe diventare l'allternativa a un registratore portatile stereo. Comunque la performance non è ancora abbastanza soddisfacente per competere con un 4-Tracce Zoom H4n, per esempio , che fornisce un sacco di funzioni in più (multi-FX, guitar input, etc.), e ti permette di registrare quattro tracce contemporaneamente, il che è possibile con un'applicazione iPhone proprio per la potenza limitata del telefono. Devi anche considerare che il ProTrack rende il il telefono più tozzo e scomodo da gestire e che dovrai estrarre l'iPhone dal dock se avrai intenzione di usarlo come telefono. Guadagni connettività e qualità audio, ma perdi in flessibilità e facilità d'uso.

 

Sorvolando su questi difetti minori e guardando semplicemente al prezzo, un RecTools, un ProTrack, un iPhone, e un contratto telefonico da uno o due anni, possono essere tre volte più costosi di uno Zoom H4n, di un Korg Micro BR, o di un Tascam DP-004,... Ma, ancora, se consideri quanti prodotti possono essere poi rimpiazzati per pochi dollari (accordatore, dizionario degli accordi, sequencer, metronomo, controller, etc.), l'iPhone potrebbe essere un buon affare. Bisognerà sicuramente dilungarsi su tutte queste caratteristiche in una futura recensione.

 

Conclusione

con queste applicazioni davvero abbordabili e qualche miglioramento nell'hardware, l'iPhone potrebbe davvero diventare un registratore multitraccia adatto a diversi contesti (giornalista o musicista) volendo lasciare perdere alcune caratteristiche (qualità del trasduttore, registrazione simultanea delle quattro tracce, connettività) si può godere della sua usabilità e dei vantaggi impliciti nel suo essere una soluzione "all-in-one" che puoi comodamente portarti in tasca. Proprio come la fotocamera digitale sta pagando pegno al telefonino, il mercato dei registratori portatili dovrà vedersela con l'iPhone. Questo significa che i prodotti dedicati dovranno introdurre significativi miglioramenti, primo fra tutti, il touch screen colorato, se vorrano sopravvivere in futuro. Dovremo solo tenerli d'occhio.