Registrazione e Mixaggio
Tecnica del suono Registrazione e Mixaggio
  • Modifica la dimesione del testo
  • Stampa

Alcuni Processi Editing di Base

L'Editing: Un Eroe Ignoto

  • Like
  • Tweet
  • +1
  • Pin it

L'ultimo articolo pubblicato era sull'arrangiamento. Quest'ultimo è sull'editing.

Il mio obiettivo primario è il mixaggio -  sono abbastanza a digiuno della maggior parte della produzione e pre-produzione. Passo un sacco di tempo affrontando problemi che che pensavo di non poter risolvere: non si sente bene, la fascia dei medi è debole, non riesco a ottenere la giusta dimensione, il basso e la cassa cozzano tra loro. Non importa quanto ho equalizzato, compresso, lavorato sul riverbero, semplicemente non riesce a prendere abbastanza forma. Alla fine mi sono reso conto che questi problemi non erano tanto legati al mixaggio,ma piuttosto all'arrangiamento o all'editing. Queste sono i due argomenti spesso ignorati, ma con una grandissima influenza sulla canzone e sul mix. Questo articolo fornirà un piccolo sguardo sull'importanza dell'editing,e alcune idee sul suo utilizzo.

 

L'editing in realtà non è così differente dalla fase di mixaggio. E' la manipolazione di suoni registrati per creare il risultato desiderato. Solo i processi sono differenti. Alcuni processi fondamentali sono: la correzione della tonalità (Pitch Correction) , l'allineamento del Tempo, la ripulitura (Clean Up) e la composizione.

Correzione Tonalità

Non importa quanta EQ, compressione, flanging o qualsiasi cosa tu utilizzi - se qualcosa è fuori tonalità all'interno del pezzo si sentirà sempre. A volte il reverb o lo slap delay possono nascondere alcuni suoni stonati, ma oggigiorno ci sono correttori di tonalità (pitch corrector). A meno che tu non stia lavorando a un progetto che preveda specificatamente un'estetica sonora "organica" o un suono fuori tonalità - la correzione di tonalità amalgamerà immediatamente i tuoi suoni insieme. Questo per tutto il range degli strumenti.


A volte c'è una cassa 808 kick drum che semplicemente non sta bene insieme al basso - è confuso e manca di impatto, o devi farla uscire fino al punto che copre il resto. L'808 potrebbe essere scordata. Lo shifting della tonalità potrebbe essere la tua soluzione qui - mentre la maggior parte delle persone andrebbero a cercare un EQ.


Un Potenziale Tranello
- La correzione di Tonalità può essere quasi una droga. La usi e improvvisamente tutto si sistema magicamente. Si potrebbe cadere nella tentazione dell'utilizzo costante.La Pitch Correction è fantastica per smorzare il conflitto tra una coppia di note o per rendere più teso un ampio vibrato, ma il troppo utilizzo potrebbe facilmente rendere stagnante una performance naturale, e può anche rovinare il timbro generale.

 

L'Allineamento del Tempo ('to Grid or not to Grid?')

SIstemare il timing può dare una grossa mano ad aggiustare l'editing generale della canzone. La capacità di comprendere il groove e il timing di un pezzo è ciò che fa la differenza tra un'artista competente e un professionista del taglia-e-incolla.

 

Il tempo è sempre soggettivo (chiedi a un batterista) - e la differenza tra ritmo e groove, misura anche la varietà nell'abilità di manipolare il tempo. Prima di tutto  bisogna decidere quanto 'incatenare' tra loro gli elementi del pezzo. Si potrebbe pensare che il massimo dell'uniformità della batteria su ogni quarto e un basso perfettamente sincronizzato - ma ciò on è necessariamente vero. A volte pu stare bene un basso leggermente anticipato  o ritardato sulla ritmica. Prendere queste decisioni, significa stabilire un "pacchetto" ('pocket') per  creare differenti sensazioni a seconda di come vengono suonate.

 

Il pacchetto 'Tight': Punch al massimo e articolazione ritmica. Qui, l'esecuzione disegna chiaramente il groove e i colpi. I musicisti suonano sopra questa architettura. Se questo è l'intento, allinea le note cadute troppo lontane dal beat - un aiuto visual può essere fondamentale in questo processo (zoom sulle onde sonore).

 

Il pacchetto 'Medium': Benissimo. Molte volte (in particolare nella musica funk) il basso sarà un pochino sopra alla batteria. Si crea un particolare tipo di mood 'eccitato' che rende il suono più "grasso", e permette più flessibilità e libertà di movimento alle linea melodiche e armoniche (tastiere, voci, violini, etc) per suonare con il loro particolare senso del groove. Un movimento P-Funk molto comune consiste nel fatto che il basso possa anticipare di un pelo il battere, mentre il vocalist canta sul beat. Qui, bisogna fare attenzione quando si effettua l'edit, dare una spintarella alle note esitanti o in ritardo.

 

Il pacchetto 'Wide': Questo tipo di pacchetto si fonda sul concetto di piegare l'idea di ritmo e groove. Rende forse la pulsazione un po' meno chiara, ma permette un sacco di variazioni nella struttura ritmica. Molto comune nel jazz. In questo caso, generalmente, sarei molto esigente sulla "quantità" di editing effettuato, perché prescindendo dal beat rischia di diventare un'operazione musicalmente molto soggettiva.

 

La griglia: nel Pop, Rock, Hip Hop, e nell'Elettronica, potremmo dire - la cassa definisce il downbeat. Non che la cassa debba necessariamente colpire sul downbeat, ma il nostro orecchio indica in maniera naturale il downbeat basandosi su di essa -  a meno che non sia talmente distante da non poter essere percepita come downbeat. Per questo mi piace muovere ogni audio stem contemporaneamente di modo che il primo colpo di cassa che capiti sul downbeat sia perfettamente allineato con la griglia. questo mi dà il senso visivo di come ogni cosa che venga dopo debba prendere come punto di riferimento quel primo colpo. questo dando per scontato che il primo colpo sia sul beat - se ogni colpo di cassa ulteriore è in ritardo - forse era soltanto il primo colpo ad essere "fuori". Se non lo fosse ora hai una mappa che ti può far comprendere dove "parcheggiare" gli altri colpi.

 

Non pensare alla griglia come fosse un progetto tecnico su carta millimetrata- potrebbe non esserci nulla allineato con la griglia e comunque avere una canzone perfettamente in tempo. Pensa alla griglia come un punto di riferimento. Se i colpi si succedono diversamente rispetto a come si posizionano solitamente, probabilmente ci sarà un momento in cui il colpo è fuori tempo.Dovrebbe anche suonare o sentirsi fuori tempo. Se non te ne accorgi ad orecchio semplicemente ignoralo. Altrimenti correggilo utilizzando la griglia anche in maniera relativa.

 

Parti Raddoppiate - Trova le parti raddoppiate, in particolar modo sulle improvvisazioni vocali, per essere le più efficaci possibili, il più vicino possibile alla lead track. Ma come sempre, nessuna regola.

RIpulire

Mormorii, Respiri, Fruscii,  -  queste sono le cose che se a volte può avere un senso lasciare, solitamente devono essere lasciate escluse dalla registrazione. Con i frusci e i mormori, i software di riduzione del rumore è generalmente meno efficace. La maggior parte dei software, spesso sono software di riduzione del rumore piuttosto che di rimozione del rumore. In troppi casi compromettono l'audio.

 

Con i respiri, possiamo già fare di più. Qualcuno potrebbe logicamente pensare che se lo spazio sonoro non è troppo affollato possiamo sbarazzarci dei respiri solamente là dove sono più udibili, e quando le frequenze sonore sono più intasate possiamo lasciarli lì dove sono senza alcun problema. Bhé credo sia il contrario, più la musica è rarefatta, con momenti di silenzio, più trovo strano non sentire per nulla il respiro del cantante. Non è neanche consigliabile enfatizzare gli attacchi d'asma del cantante nella registrazione - la migliore cosa sarebe quella di settare il volume dei respiri all'incirca sotto i 10 dB.

 

Quando le frequenze sonore sono più affollate, la voci avranno probabilmente più compressione, e questo alzerà di molto il volume dei respiri all'interno del mix e confondere qualsiasi cosa intorno. Ecco, qui io toglierei completamente i respiri.

Composizione

La composizione è il nome che do a quell'operazione che consiste nel prendere i migliori momenti delle migliori take e creare una super performance. Nessun EQ, Reverb, Delay, Phasing, Flanging, Twizzle-Flanging, o Compressione migliorerà mai una performance. Quindi scegliere il meglio ti potrà dare subito qualcosa di incredibilmente buono  - e al mix, potrai semplicemente renderlo ancora più incredibile.

 

---

Il segreto di un buono mix sta, oltre che in un'ottima performance, in un buon editing e arrangiamento. Non provare a sistemare i problemi di tempo con la compressione, o i problemi di intonazione con l'EQ.

 


 

Matthew Weiss è il capo dei sound-engineer degli Studio E, Philadelphia, PA. Tra le ultime collaborazioni: Ronnie Spector, Uri Caine, Royce Da 5'9", e Philadelphia Slick.

 

Per trovare altri articoli sulla registrazione, mixaggio, e produzione visita The Pro Audio Files, di Dan Comerchero.

Rispondi per primo a questo articolo
  • Like
  • Tweet
  • +1
  • Pin it