Connettori/Patch Panel
Altri Prodotti Connettori/Patch Panel
  • Modifica la dimesione del testo
  • Stampa

Non Tutti i Jack Furono Creati Uguali

Tutta La Verità Sui Cavi Per Chitarra

  • Like
  • Tweet
  • +1
  • Pin it
  • Mail

Sebbene qualcuno possa ridere di quello che stiamo per dire, cavi diversi influenzano molto il suono, e in alcuni casi, la differenza può essere davvero drastica.

Se un chitarrista sente qualcosa che un fonico giura sia impossibile dasentire, scommettete sul chitarrista. Per esempio, alcuni chitarristi sentono la differenza tra i cavi. Sebbene qualcuno possa ridere di questa affermazione - in fondo un cavo è un cavo, no? - differenti cavi possono variare il suono, e in alcuni casi, la differenza può essere drastica. Inoltre, c'è un motivo prettamente tecnico a suffragare questa ipotesi.

Comunque, i cavi possono suonare diversamente l'uno dall'altro su differenti ampli, o utilizzando diversi pickup. Non meravigliarti se i chitarristi arrivano ai confini della superstizione per quel che riguarda pickup, cavi, e ampli. Ma meglio non essere soggetti a questa incertezza e imparare il perché di queste differenze e come compensarle.

La Trinità

Ben prima che la tua chitarra venga collegata nell'input dell'effetto o dell'amplificatore, gran parte del suo suono è già racchiuso in due o tre fattori:

  • Impedenza output pickup (presumiamo che tu stia usando pickup standard, non attivi)

  • Capacità del cavo

  • Impedenza input amplificatore

Partiremo dalla capacità del cavo, dato che è un concetto abbastanza facile da capire. Infatti, la capacità del cavo è poco più ched un secondo controllo del tone applicato al tuo pickup.

Uno standard tone control mette un capacitore dal tuo segnale "hot" fino a terra. Un capacitore è un componente frequency-sensitive che lascia passare più prontamente le alte frequenze che le basse frequenze. Piazzando il capacitore lungo lalinea di segnale si bypassano le alte frequenze a terra, riducendo i medi. Comunque il capacitore blocca  le frequenze più basse, dimodoché non siano deviate verso la terra e scivolino invece verso l'output (per gli interessati un capacitore è formato da due conduttori separati da un isolante - una definizione che potrebbe essere usata anche per descrivere i cavi schermati.)

Qualisiasi cavo ha una certa capacità—non così come il controllo del tone, ma abbastanza da risultare significativa in alcune situazioni. Comunque, se questa incognita possa o meno assumere una grande importanza dipende da altri due fattori (impedenza output chitarrae impedenza input ampli) menzionati poco fa.

Impedenza Input Amplificatore

Mandando un segnale all'amplificatore, alcuni segnali si perdono lungo la strada - come una perdita in un tubo che porta l'acqua da un posto all'altro. Se questa perdità sia delle dimensioni di una punta di spillo o una voragine dipende dall'impedenza dell'input dell'ampli. Con i pickup della chitarra passivi le basse impedenze input sovraccaricano la chitarra e producono un suono più "scialbo" (è interessante il fatto che le valvole abbiano per loro natura alta impedenza in ingresso, il che potrebbe giustificare  per un aspetto almeno la grande e persistente popolarità delle valvole tra i chitarristi.)

L'impedenza modifica non sono il livello ma la stessa azione di controllo del timbro. Lo stesso capacitore è solo un pezzo dell'enigma del controllo Tone, dato che è influenzato dall'impedenza input dell'ampli. Più alta è l'impedenza più effetterà il controllo Tone. Questo spiega perché un controllo del timbro può sembrare molto efficace con alcuni ampli e non con altri.

Sebbene un'alta impedenza dell'input mantiene il il livello alto e fornisce un'omogenea azione di controllo (il lato negativo è che le alte impedenze sono più suscettibili di raccogliere noise, RF e altri tipi di interferenze), accentua anche l'effetto dell'alta capacità. Un cavo che priva di alti quando utilizzato con un'alta impedenza input può non avere effetti udibili con un amplificatore a bassa impedenza in entrata.

La Parte Finale dell'Enigma

il componente interattivo finale di tutto questo macello è l'impedenza in output della chitarra. Questa impedenza è equivalente a una resistenza in serie con la chitarra che abbassa il volume in qualche maniera. Quasi tutti i pickup hanno un 'impedenza relativamente alta, mentre i pickup attivi hanno una bassa impedenza sull'output. Così come succede con l'impedenza dell'input dell'amplificatore, questo interagisce con il tuo cavo e altera il suono. Qualsiasi capacità del cavo sarà accentuata se la chitarra ha un'alta impedenza output, e ha meno effetto se l'impedenza output è bassa

C'è un'altra considerazione da fare: l'impedenza in output della chitarrrae l'impedenza dell'input dell'ampli interagiscono. Di solito, desiderei un'impedenza dell'amplificatore davvero alta se stai utilizzando pickup passivi, per minimizzare le perdite (in particolare perdite di alte freqeunze). Comunque, pickup attivi con bassa impedenza in output sono relativamente immuni all'impedenza input di un ampli.

Qual è la Morale?

Cosa significa tutto questo? Ecco alcune linee guida.

  • Bassa impedenza output chitarra + Bassa impedenza input amplificatore. La capacità del cavo non farà molta differenza, e il capcitore utilizzato come controllo standard del Tone non avrà molto effetto. Ci sarà solo un piccolo abbassamento degli alti. ( Nota bene: se sostuisci con pickup attivi, ricordati quello di cui stiamo parlando se ti sembrerà che il tone control non faccia del tutto il suo dovere.) Insomma: puoi usare tutti i cavi che vuoi, non ci saranno particolari differenze.

  • Bassa impedenza output chitarra + alta impedenza input amplificatore. Con il controllo del volume tutto su, l'output chitarra si connette direttamente all'input dell'amplificatore, dimodoché si ripeterà ciò che appiamo scritto sopra. Però, abbassando il volume si isola l'output di chitarra dall'input dell'ampli. A questo punto , la capacità del cavo ha più effetto, specialmente se il control è una resistenza grande (maggiore di  250k).

  • Alta impedenza output chitarra + bassa impedenza input amplificatore. Semplicemente passa oltre. Rovinerà  il segnale della tua chitarra e le risposte alle alte frequenze. Non raccomandato insomma.

  • Alta impedenza output chitarra + alta impedenza input amplificatore. La situazione più comune, scenario tipo anni 50/60 con chitarra passiva e ampli valvolare. In questo caso la capacità dei cavi può generare un effetto maggiore. In particolare, i cavi " coil" hanno molta più capacità dei cavi standard e possono fare davvero la differenza. Comunque, l'amplificatore fornisce carico minimo sulla chitarra, con un cavo di qualità, si aiuta a preservare la lucentezza degli altie il livello generale.

Considerando tutto questo , se vuoi un setup che suoni sempre pressapoco uguale senza considerare il cavo utilizzato (relativamente immune dal carico dell'ampli), considerà la possibilità di montare pickup attivi. In alternativa, puoi installare un convertitore di impedenza ("buffer board") proprio dopo l'output di chitarra (o allo stesso modo qualsiasi effetto come compressori, distortion box, etc. che hanno un alta impedenza input). In questo modo isolerai la chitarra da qualsiasi effetto negativo di capi ad alta capacità o input bassa-impedenza.

Se invece ti ostini ad usare chitarre con pickup classici e amplificatori ad alta impedenza, ci sono un paio di cose che puoi fare per migliorare il tuo suono:

  • Compra cavi corti. Più lungo è il cavo più aumenterà la sua capacità.

  • Le specifiche del cavo includono una misura per la capacità (di solito specificata in "picofarads [pF] per foot"). Se ti fai il tuo cavo da te, scegli il cavo con la più bassa pF per foot, tenendo sempre d'occhio anche la consistenza dello stesso. (Paradossalmente, i cavi più grossi spesso hanno più capacità, laddove quelli più "leggeri" ne hanno meno.)

  • Evita cavi arrotolati ("coil") e tieni il tuo controllo di volume sempre il più alto possibile.

  • Non credere all'hype sui "cavi audiofili". Possono fare la differenza o no. Se non senti alcuna differenza con il tuo setup, risparmia denaro e comprane di meno costosi.

Prima di chiudere dovrei dire che questo articolo semplifica un po' la questione in quanto esiste anche la reattanza, e pure questa interagisce con la capacità dei cavi. Comunque, credo che i temi trattati qui siano quelli che primariamente modificano il suono, lasciamo la questione della reattanza a futuri articoli.

Ricorda, se la tua chitarra non suona abbastanza bene, non dare subito la colpa all'amplificatore: c'è un sacco di strada per il segnale da fare, tra l'output della tua chitarra e l'input dell'amplificatore. E se un chitarrista impreca perché un cavo suona diverso da un altro, bhè potrebbe essere vero - e comunque adesso sappiamo anche il perché e come comportarci in casi simili.


Pubblicato da Harmony Central.  Tradotto con il permesso.

Rispondi per primo a questo articolo
  • Like
  • Tweet
  • +1
  • Pin it
  • Mail