Fender American Special Telecaster
+
Fender American Special Telecaster

American Special Telecaster, Chitarra Corpo tipo Telecaster from Fender belonging to the American Special Telecaster model.

  • Modifica la dimesione del testo
  • Stampa

Fender American Special Telecaster: il Test

Made in the USA

  • Like
  • Tweet
  • +1
  • Pin it

cosa rimane da dire che già non sia stato detto delle Telecaster? Senza dubbio hanno dato un contributo fondamentale al mondo della popular music. Per coloro che ancora lo ignorassero, alcuni dei più memorabili riff del rock'n roll sono stati concepiti su questo divino pezzo di legno: "Brown Sugar" dei Rolling Stones "I'm a Man" di Muddy Waters, "Every Breath You Take" dei Police, e "Glory Days" di Bruce Springsteen...

Anche se la forma e la struttura generale della Telecaster non si sono molto rinnovate dai tempi della sua nascita, nel 1949, Fender  sa sempre bene come modernizzare i suoi modelli per adattarsi alle nuove tendenze musicali. Inoltre la Fender ha sempre dovuto fronteggiare e cavalcare i nuovi  bisogni artistici e le nuove scoperte tecnologiche. Insomma, non è facilissimo fare il punto su ciò che è disponibile in casa Fender considerando quante versioni di questo modello ci sono. C'è qualcosa per tutti i gusti e per tutte le misure! Tra le Reissues, la Classic Series, la Custom, la Squiers, la Custom Shop Designed e così via, ci troviamo ad avere a che fare con una schiera di chitarre il cui prezzo spazia dall'abbordabile al disgustoso, o anche peggio in certi casi...

Un Corpo per cui Morire...

 

Inaugurata al 2010 NAMM show, e disponibile al pubblica sin dal gennaio 2010, l' "American Telecaster Special" è disponibile in solo due colori: "Olympic White" (il modello da testare) or "3 Color Sunburst”, entrambi con una placca nera 'three-ply'  (nera/bianca/nera) e 8 nuts. Il corpo in ontano ha un profilo basato sul corpo delle Telecaster del 1970. La finitura lucida è in uretano.Per coloro che non hanno molta familiarità con il mondo della liuteria, le finiture in uretano sono ampiamente usate oggi nella maggior parte delle chitarre elettriche. Spesso e resistente agli urti, il suo unico problema è quello di non lasciare troppo spazio affinché il legno possa respirare. Il colore "Olympic White" è una reminescenza dei primi modelli di Telecaster risalenti ai primi anni 50. La regolazione del Truss Road, come in tutti i modelli American Special sarà proprio davanti alle sellette. Non proprio il mio ideale estetico, ma in fondo così pratico!

 

 

 

 

Il manico ha un profilo “C” con un  pitch di 25.5 pollici (648mm) e un raggio di 9.5 pollici (241 mm). Pezzo unico, il manico è in acero solido senza con 22 tasti jumbo. Le finiture, satinate, sono applicate con estrema cura e precisione. Sebbene non gradisca di solito questo tipo di finiture I must confess che queste sono molto graziose. Il risultato è che la mano può colpire e scivolare sul manico senza alcuno sforzo. Oserei dire che viene quasi creata la sensazione della nitrocellulosa rovinata dal tempo e ripulita e lucidata da innumerevoli colpi e tocchi nel corso degli anni. Per vedere come invecchierà, se le finiture del manico rimarranno vellutate, bhé... ai posteri l'ardua sentenza. Il marchio Fende rè quello del 'Fender Vintage Seventies style'. La chitarra è fornita di corde  009/042 , ma si merita una muta 10-46 per poter tirar fuori tutta la sua potenza. Le meccaniche "Fender Standard" fanno il loro dovere,ma comunque non posso garantire una perfetta intonazione se incominci a torturare la chitarra con i bend più diabolici!



 

 

Un Magnifico Striptease

 

La polacca su cui è montata l'elettronica è cromata di tipo vintage. Le elettroniche sono costituite da due controlli, 250k potenziometri  tipo "Dome" proprio come nei modelli Reissue Vintage e nella Classic Series Made in Mexico. Per quel che riguarda i controlli,sono, come nella maggior parte delle Telecasters, minimali: un volume, un tone e un selettore di posizione. Dopo la dissezione e l'ispezione delle "interiora"vediamo che le cavità non sono schermate ma le saldature sono pulite e lucenti. Nessuno scherzetto da parte dei potenziometri e una massa collegata al tone evita qualsiasi rumore parassitario. Lo switch, come sempre, è vintage type con un'opzione tra 3 posizioni: Posizione 1- Bridge Pickup, Posizione 2.-Bridge e Neck Pickups, e Posizione 3- Neck Pickup

 

 

Telecaster American Special

 

Anche le corde e il ponte sono vintage. Quest'ultimo, una replica di quelli dei primi 50 con l'inscrizione "Fender Pat Bend”, il bridge ha tre sellette regolabili in ottone. Se si mancasse di precisione nei settaggi, verrà evidenziato il suono schioccante dello strumento, a differenza dei bridge American Standard a 6 sellette. Ultima caratteristica di default per questo tipo di tailpiece, la chitarra ha un po' meno sustain. Non andremo oltre nel cercare il pelo nell'uovo, visto che non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. a un certo punto è necessario cercare un punto di compromesso tra ciò che è pratico e ciò che è cool!

 

 

 

 



Sonic Boom !

 

I pickup sono due Texas Special™ Tele® Single-Coil (Alnico V).Possiamo regolare l'altezza dei pickup dalle corde utilizzando le viti che fissano questi ultimi, sia sul bridge pickup che sul pickup del manico.

 

Subito dopo il primo ascolto, un punto emerge inequivocabilmente chiaro: i pickup hanno un livello di output fantastico! Dopo averli confrontati con i loro cugini "Highway one", "American Standard" e "Classic Series" MADE IN MEXICO, la differenza è lampante! Dal punto di vista del timbro, i pickup restituiscono un midrange rinforzato senza dimenticare gli urlanti treble e la qualità dei bassi, molto 'punchy": queste, tutte caratteristiche del suono Telecaster che amiamo!

 

In fase di testing, terremo i livelli dei potenziometri entrambi sul 10.

 

Sono rimasto molto sorpreso dalle possibilità della prima posizione. Se uno riconosce il suono della Telecaster, il timbro non è né nasale né duro o meno "formato", piuttosto, ha una certa rotondità e dolcezza con un forte carattere. Questo permetterà di variare facilmente tra diversi e differenti generi musicali, dal rock al pop attraverso languide ballate ‘à la Aerosmith’...

 

La posizione intermedia sul  clean sound, mi è sembrata un po' troppo  bassa, per quel che riguarda l'output, rispetto alle altre due. Bisogna spostarsi sul crunch per misurare tutte quelle capacità espressive che di sicuro vi faranno ballare con quel tipico suono funk!

 

La posizione al manico, calda e vellutata, permette al timbro rhythmic jazz di risplendere brillante. I bluesman ameranno questa posizione nel suo suono lead! Attenzione, le tue dita piangeranno lacrime di gioia!

 

Ecco i suoni ottenuti con gli ampli The Valve 2 | 50-1 e Two Notes Torpedo VB-101 .

 

 

Manche Jazz
00:0000:17
  • Manche Jazz00:17
  • Manche Crunch00:10
  • Intermediaire Funk00:14
  • Arpege00:17
  • Chevalet Sature00:21
  • Chevalet Note00:16
  • Chevalet Strumming00:18
  • Chevalet Crunch 200:17
  • Chevalet Crunch00:23

 

Conclusione

Questa nuova American Special Telecaster condivide un sacco di tratti specifici con i modelli cugini "Highway One" , "Reissue Classic", e infine, con la famosa "American Standard Series" all'avanguardia nel catalogo del marchio della città di Fullerton. Ergonomicamente è molto semplice, le sue finiture pulite, il peso è perfettamente distribuito. Cos'altro potremmo chiedere al prezzo dichiarato di $1099 per uno strumento nato e cresciuto negli USA?

 

Se stai cercando una Telecaster con un suono più  "roots" nello stesso range di prezzo prezzo, spostati sulla più abbordabile Baja model, o sui modelli della Classic Series, entrambi fatti in Mexico con pickups che offrono un suono meno ricco. Se vorresti optare per un suono più tipicamente "retro", benvenuto, questo è il posto che fa per te.

  • Fender Deluxe Case
  • Il prezzo è davvero abbordabile per un modello 'USA made'
  • Affidabilità
  • Qualità pickups
  • Finiture
  • Poca scelta colori (solo due)
  • Nessun hard case (probabilmente per ridurre i costi)
Rispondi per primo a questo articolo
  • Like
  • Tweet
  • +1
  • Pin it